Metzeler scelto come Fornitore Ufficiale di Pneumatici per il Campionato Mondiale ed Europeo FIM Supermoto e per il FIM Supermoto delle Nazioni

Grazie all’accordo con il promoter XIEM, Il brand di pneumatici sarà fornitore unico per il triennio 2023-2025 della massima serie mondiale S1GP e di quella europea S4, oltre che del Supermoto delle Nazioni.

Monaco di Baviera (Germania), 9 febbraio 2023 – Il brand di pneumatici Metzeler è stato selezionato da XIEM come Fornitore Ufficiale di Pneumatici per il Campionato Mondiale ed Europeo FIM Supermoto e per il FIM Supermoto delle Nazioni. XIEM, società che gestisce i diritti televisivi, di marketing e promozionali di queste competizioni, ha scelto il brand di pneumatici di origine tedesca come partner e fornitore unico per il triennio 2023-2025. Tutti i team e i piloti della categoria mondiale S1GP e di quella europea S4, oltre che della competizione per nazioni, utilizzeranno pneumatici Metzeler RACETEC SM.

Danilo Boccadolce, CEO di XIEM
"Sono molto orgoglioso e felice dell’accordo raggiunto con un brand prestigioso come Metzeler, tra i leader a livello mondiale nella produzione di pneumatici per moto. Una scelta importante che porterà valore aggiunto alle competizioni che gestiamo e, più in generale, alla nostra disciplina”


Francesco Pietrangeli, Direttore Marketing Moto per il brand Metzeler
"Siamo soddisfatti di aver aggiunto questo tassello alle attività sportive di Metzeler. Il Supermoto è perfettamente nelle corde del brand perché è una disciplina con una importante componente di spettacolarità grazie alla particolare tecnica di guida adottata e in cui le prestazioni offerte dai pneumatici giocano un ruolo importante.”


I Metzeler RACETEC SM sono pneumatici specificatamente sviluppati per le supermotard, con mescole e profili racing di ultima generazione per una guida più efficace in rettilineo e in piega. Le mescole presentano un alto contenuto di silice per offrire un rapido riscaldamento e, al contempo, un’ottima resistenza all’abrasione. Il disegno battistrada presenta intagli centrali perpendicolari al senso di rotolamento per garantire maggiore grip meccanico nei tratti di pista fuoristrada, mentre gli intagli nell’area di metà piega sono stati progettati per un’efficace e rapida autopulizia. A tutti i piloti verranno forniti pneumatici posteriori da 17 pollici in mescola K1. Per quanto riguarda l’anteriore, i partecipanti alla categoria S1GP avranno pneumatici da 16,5 pollici in mescole K1 e K2 mentre quelli dell’Europeo S4 potranno montare anche i 17 pollici nelle stesse mescole.

PIRELLI SVELA I NUOVI DIABLO SUPERCORSA: PNEUMATICI SPORTIVI PER ECCELLENZA DAL WORLDSBK

15 anni di storia e quarta generazione per i pneumatici moto espressione massima del DNA sportivo Pirelli.

Due versioni: SC, in diverse mescole per la pista, e SP, bimescola stradale ed esempio virtuoso di travaso tecnologico dalla pista alla strada
Concentrato di tecnologia, prestazioni e sicurezza frutto dell’esperienza ventennale nel Campionato Mondiale FIM Superbike
Pedigree da bestseller: oltre 3,5 milioni di pneumatici venduti dal 2007 ad oggi
Completato il processo di rinnovamento della quarta serie della gamma sportiva

Pirelli illustra nei dettagli la quarta generazione dei pneumatici DIABLO Supercorsa, annunciati lo scorso settembre ed ora disponibili per la vendita al pubblico a partire da gennaio, sia nella versione SP, progettata per impiego principalmente stradale, sia in quella SC, disponibile in diverse mescole per l’utilizzo in pista. DIABLO Supercorsa V4, questo il nome completo dove V4 indica appunto la quarta serie, è un prodotto totalmente nuovo rispetto al predecessore DIABLO Supercorsa V3 in termini di disegno del battistrada, mescole, strutture e profili. Sia nella versione racing SC che in quella race replica SP, DIABLO Supercorsa rappresenta l’incarnazione più alta del DNA sportivo di Pirelli grazie a prestazioni e sportività elevatissime o, in una sola parola, velocità.

L’APICE DELLA SPORTIVITÀ PIRELLI SU STRADA ALLA QUARTA GENERAZIONE
Fin dal 2002, anno di nascita del primo pneumatico DIABLO, la linea di prodotti che porta questo nome ha identificato i pneumatici sportivi per moto di Pirelli continuando quella storia di successo iniziata negli anni '70 e segnata da nomi evocativi come Mandrake, Phantom, Gordon, Demon e Dragon. Con la famiglia DIABLO Pirelli ha riscritto i paradigmi del mondo dei pneumatici da strada dando vita ad un vero e proprio marchio, arricchito anno dopo anno di innovazioni tecnologiche e dell'esperienza maturata nel Campionato Mondiale FIM Superbike di cui Pirelli è fornitore unico dal 2004. Dopo aver presentato nel 2005 i DIABLO Superbike, pneumatici slick per uso esclusivo in pista progettati per la classe Superbike, nel 2007 Pirelli lancia la prima generazione dei pneumatici racing intagliati DIABLO Supercorsa SC, seguiti nel 2008 dalla versione stradale SP. DIABLO Supercorsa SC è diventato il riferimento assoluto delle classi Supersport e Superstock sia a livello mondiale sia nei campionati nazionali ed è tuttora lo standard per quei campionati che ancora utilizzano pneumatici intagliati. Allo stesso modo, DIABLO Supercorsa SP negli anni è stato scelto come primo equipaggiamento delle più prestigiose moto supersportive e hypernaked. Alla seconda generazione di DIABLO Supercorsa, presentata nel 2012, è poi seguita la terza nel 2018 ed ora la quarta continua il percorso di eccellenza tecnologica iniziato tre lustri fa.

UN’ANIMA, DUE PRODOTTI: SC E SP, DALLA PISTA ALLA STRADA Quando Pirelli decide di realizzare il primo DIABLO Supercorsa nel 2007, lo fa con un’idea ed un obiettivo ben precisi. L’idea è quella di realizzare un pneumatico racing rispettando la filosofia di base del Mondiale Superbike, ovvero il legame con la normale produzione: non un pneumatico prototipale quindi, ma un prodotto che possa essere utilizzato sia da piloti professionisti sia dai motociclisti comuni. L’obiettivo è quello di sfruttare il massimo Campionato per le derivate di serie non solo come vetrina di visibilità per il brand ma anche come laboratorio per sviluppare, con alcuni tra i piloti migliori al mondo e con le case più prestigiose, soluzioni tecnologiche avanzate e pneumatici non ad uso esclusivo di piloti del Mondiale ma anche per l’utilizzo quotidiano. Ed è proprio con DIABLO Supercorsa che è nato il motto caro a Pirelli “We sell what we race, we race what we sell” ad indicare come proprio gli stessi pneumatici utilizzati dai piloti professionisti in gara possano essere acquistati da tutti i motociclisti. Ecco spiegato perché, fin da principio, DIABLO Supercorsa è stato sviluppato come un progetto unico ma con due declinazioni: quella da pista SC in diverse mescole e la sua versione stradale SP, entrambe di normale produzione e quindi regolarmente in vendita sul mercato, così da soddisfare le necessità non solo dell’utilizzatore in pista ma anche dell’amante della guida sportiva su strada. Negli anni DIABLO Supercorsa SP è diventato il pneumatico supersportivo d’elezione per tutti i possessori di moto dalle elevate prestazioni che desiderano un’esperienza di guida su strada senza compromessi, grazie a grip e performance di altissimo livello. Ma soprattutto, ad oggi, resta l’esempio migliore e più immediato di trasferimento tecnologico dalla pista alla strada tra i pneumatici Pirelli, dato che condivide con la versione SC il disegno battistrada, i profili e molti materiali e tecnologie usati a livello di struttura, oltre ad una (la SC3) delle due mescole che utilizza.

CONCENTRATO DI TECNOLOGIA, PRESTAZIONI E SICUREZZA PARTORITO NEL SUPERBIKE
DIABLO Supercorsa, sia nella versione SC che in quella SP, è un vero e proprio concentrato di tecnologia in grado di offrire prestazioni elevate unite ai più alti standard di sicurezza grazie alla capacità di interagire e collaborare al meglio con i più moderni e sofisticati sistemi di assistenza alla guida. È il frutto di venti anni di studi, sviluppo e testing di soluzioni da parte di Pirelli nel Campionato Mondiale FIM Superbike. Un pneumatico progettato anche grazie ai suggerimenti dei grandi campioni del Mondiale e sviluppato con il supporto di tutte le case e i team che partecipano alla competizione più importante per derivate dalla serie.
DIABLO Supercorsa SC V4, dove la sigla SC sta per “Special Compound”, è il migliore e più veloce pneumatico intagliato da pista mai realizzato da Pirelli. Grazie alle diverse mescole in cui è disponibile, DIABLO Supercorsa SC V4 è destinato ad essere utilizzato sia da piloti professionisti e semi-professionisti sia da semplici appassionati di track day o da piloti ad inizio carriera che vogliono migliorare le loro prestazioni senza intervenire sul setup del proprio mezzo.

Rispetto al predecessore V3, queste le caratteristiche e i relativi benefici per i motociclisti che DIABLO Supercorsa SC V4 offre:
- Mescole di ultimissima generazione per prestazioni e grip eccellenti
- Struttura racing per un supporto migliore in uscita di curva
- Profili racing a vantaggio di guidabilità, mantenimento di traiettoria e stabilità alle alte velocità
- Disegno battistrada, con l’evoluzione del Flash brevettato, per una spinta più omogenea in piega e una costanza di prestazioni migliorata

Allo stesso modo, DIABLO Supercorsa SP V4, dove la sigla SP sta per “Sport Production”, è il pneumatico della famiglia DIABLO più sportivo di sempre per uso su strada. Rispetto alla versione SC, DIABLO Supercorsa SP rispetta tutti i vincoli normativi dei veicoli che può equipaggiare – come, ad esempio, il requisito dell'indice di velocità (W) – ed è meno sensibile alla temperatura oltre ad offrire un riscaldamento più rapido e un maggior chilometraggio dato dalle mescole. Questo pneumatico è destinato ai motociclisti che amano la guida sportiva non solo in pista ma anche su strada. Tra questi ci sono senz’altro i possessori delle supersportive stradali da cui derivano le moto utilizzate nel Campionato Mondiale Superbike ma anche gli amanti dei track day che vogliono un pneumatico omologato per utilizzo stradale con cui raggiungere il circuito senza dover caricare la moto su carrello e che permetta poi loro di girare in pista senza dover effettuare il cambio gomme.

DIABLO Supercorsa SP V4 garantisce benefici importanti per i motociclisti:
Bimescola sia all’anteriore che al posteriore per il massimo del grip in piega e una spinta ottimale in uscita di curva ma anche un chilometraggio adeguato.
Strutture di ultima generazione che lavorano all’unisono con le mescole per prestazioni ottimali sia su strada che in pista semplicemente adeguando le pressioni.
Profili, uguali a quelli della versione SC, che assicurano semplicità di guida e massima reattività
Disegno battistrada, identico a quello della SC, con il nuovo disegno del flash interrotto al centro da un’area slick per una spinta più omogeneo a qualsiasi angolo di piega e una maggiore costanza di prestazioni

Entrambe le versioni hanno in comune il disegno del battistrada, i profili, in parte le mescole e alcune soluzioni tecnologiche a livello di struttura.

Disegno battistrada
Il disegno del FLASH spezzato migliora l’evacuazione dell'acqua e l’area di impronta a terra.
- La sezione slick in cui il disegno si interrompe influisce sulla rigidità del battistrada, riducendo rischi di deformazione degli intagli, e garantisce una spinta migliore indipendentemente dall'angolo di piega.
- L'orientamento del disegno del flash sul battistrada segue la direzione delle forze laterali e longitudinali che si sperimentano nella guida in pista, garantendo un'usura più regolare e costanza di prestazioni insieme ad un ridotto tempo di warm-up.
- La prima zona di spalla quasi totalmente priva di intagli garantisce un maggiore contatto tra gomma e asfalto sia a metà che in piena piega così da assicurare maggiore grip in curva
- La zona estrema di spalla completamente slick migliora la spinta agli angoli di inclinazione estremi

Profili
-Stessi profili racing, sviluppati nel Mondiale Superbike, del pneumatico slick DIABLO Superbike e degli altri pneumatici hypersport di quarta generazione della gamma Pirelli.
- Profili multi-raggio per cambi di direzione repentini, mentre la zona di spalla slick offre un elevato grip e ottima tenuta della traiettoria in curva.
- Il profilo dell’anteriore migliora la maneggevolezza, invitando il pilota a scendere prima in piega e facilitando i rapidi cambi di direzione. Offre inoltre una stabilità eccezionale grazie all'area di contatto estesa in fase di piega.
- Il posteriore segue lo stesso schema e una geometria simile a quella dell'anteriore per garantire un comportamento sincronizzato del set.
- Nel DIABLO™ SUPERCORSA SP V4, il tallone del pneumatico anteriore è progettato per fornire le massime prestazioni sia con pressioni stradali su strada che con pressioni per utilizzo in pista (2,3 Bar anteriore / 2,1 Bar posteriore con pneumatici caldi). Proprio la possibilità di diminuire la pressione dei pneumatici per le sessioni in pista distingue nettamente DIABLO SUPERCORSA SP V4 dagli altri pneumatici della gamma Pirelli hypersport.

Struttura
- La versione SC condivide con lo slick DIABLO™ SUPERBIKE sia struttura che materiali che sono in grado di garantire massime prestazioni e una maggiore facilità di guida con l’utilizzo di pressioni specifiche per la pista.
- Rispetto al predecessore V3, il nuovo V4 utilizza nuovi materiali, come corde strutturali a sezione più ampia costituite da un numero elevato di filamenti tessili che sono intrecciati tra loro per fornire una maggiore rigidità al pneumatico unita a migliori capacità di ammortizzamento.
- Nella versione SP ogni misura ha la propria struttura messa a punto per prestazioni ottimali in combinazione con la larghezza del profilo specifica per quella misura, le proporzioni della mescola e la disposizione del disegno del battistrada. In aggiunta la struttura della SP è ottimizzata per un utilizzo stradale, e quindi anche per percorrere lunghe distanze in rettilineo su autostrada.

Mescole
DIABLO Supercorsa SC V4 è disponibile in tre mescole sia per anteriore che per posteriore:
- SC1 - Anteriore: massima sensazione di feeling / Posteriore: top delle prestazioni con alte temperature e asfalto poco abrasivo
- SC2 - Anteriore: massima stabilità e costanza / Posteriore: prestazioni costanti e ideale per basse temperature o per asfalto molto abrasivo
- SC3 - Scelta race-for-fun per sessioni in pista di lunga durata, ma non destinata all’utilizzo professionale in gara
DIABLO Supercorsa SP V4 è bimescola sia all’anteriore che al posteriore.

Anteriore:
- Primo DIABLO Supercorsa ad adottare due mescole all’anteriore.
- Layout con una mescola centrale e di base accoppiata ad una seconda mescola sulle spalle.
- La mescola di base, che copre tutto il profilo del pneumatico ed emerge entrando in contatto con l’asfalto nella sezione centrale, è full-silica ed estremamente versatile, fornisce stabilità termica e garantisce prestazioni costanti sia con temperature fredde che calde.
- La mescola delle spalle è la stessa utilizzata nella versione racing SC3, a formulazione 100% carbon black e in grado di garantire ottima maneggevolezza e un massimo grip anche in piega.

Posteriore:
- Rispetto all’anteriore presenta una mescola centrale più morbida e una laterale più ampia, mantenendo però la stessa mescola di base dell’anteriore a supporto delle due mescole a contatto con l’asfalto.
- La mescola centrale è 100% carbon black ed ottimizzata per lavorare efficacemente con un ampio range di temperature perché fornisce grip e un riscaldamento rapido in diverse condizioni. In aggiunta garantisce stabilità alle alte velocità e resistenza
- La mescola utilizzata sulle spalle è uguale a quella usata all’anteriore, quindi una SC3, per la massima spinta in uscita di curva
- La mescola di base, presente al di sotto delle due mescole a contatto con l’asfalto, ha una formulazione 100% Carbon Black ed è stata pensata per lavorare al meglio con le altre due mescole offrendo stabilità termica e un miglior feeling al motociclista

PEDIGREE DA BESTSELLER: OLTRE 3,5 MILIONI DI PNEUMATICI VENDUTI
Quella di DIABLO Supercorsa è una storia di successo non solo lato tecnologico ma anche a livello di vendite. Dal 2007, anno del debutto, ad oggi sono infatti stati venduti nel mondo oltre 3,5 milioni di pneumatici DIABLO Supercorsa facendo di questo prodotto uno dei pneumatici moto di maggiore successo nella storia di Pirelli. Un successo che, con la quarta generazione, Pirelli continuerà ad alimentare equipaggiando, con DIABLO Supercorsa SP, le moto supersportive e naked più prestigiose che verranno introdotte sul mercato nel 2023 e negli anni a venire e offrendo, con DIABLO Supercorsa SC, a piloti e amanti della pista pneumatici racing che racchiudono in sé le tecnologie più all’avanguardia.

MISSIONE RINNOVAMENTO GAMMA RACING E SPORTIVA COMPIUTA
Con DIABLO Supercorsa V4 Pirelli ha portato a termine il processo di rinnovamento della quarta generazione della gamma racing e sportiva DIABLO iniziato nel 2021 con DIABLO ROSSO IV e proseguito nel 2022 con DIABLO ROSSO IV Corsa. Ora l’offerta Pirelli è quindi composta dai due prodotti racing DIABLO SUPERBIKE, lo slick da competizione per eccellenza, e DIABLO SUPERCORSA SC V4, l’intagliato per la pista, e dai pneumatici supersportivi e sportivi per uso principalmente stradale, a cominciare dal nuovo DIABLO Supercorsa SP V4, il più estremo degli stradali adatto anche alla pista, per poi passare a DIABLO ROSSO IV CORSA, la versione più spinta di DIABLO ROSSO IV. Ognuno di questi pneumatici sfrutta brevetti sviluppati da Pirelli nel Mondiale Superbike e la differenza tra questi cinque prodotti risiede sostanzialmente nella tipologia di utilizzo, se stradale o in pista, nelle prestazioni su asciutto e bagnato e nel chilometraggio che ciascuno è in grado di garantire.

Maggiori dettagli sulle misure disponibili per DIABLO SUPERCORSA SC e SP V4 sono consultabili sul sito Pirelli.com ai seguenti link:

Quattro titoli iridati per Metzeler nell’enduro con Andrea Verona, Brad Freeman e Harry Edmondson

In Germania atto finale del Campionato Mondiale FIM Enduro: Verona, già iridato della classe E1, si laurea Campione del Mondo della classe EnduroGP con una giornata di anticipo mentre Freeman e Edmondson conquistano rispettivamente i titoli della E3 e della Youth.

Zschopau (Germania), 17 Ottobre 2022 – Appuntamento finale con il Campionato Mondiale FIM EnduroGP che ha fatto tappa in Germania, a Zschopau, un piccolo paesino della Sassonia, per il settimo ed ultimo round della stagione 2022.

Il Motoclub MSC Rund um Zchopau e.v im ADAC ha confezionato una gara di alto livello sia da un punto di vista tecnico, disegnando un percorso tanto insidioso e difficile quanto spettacolare, sia da un punto di vista logistico posizionando le tre prove speciali nelle immediate vicinanze del paddock. Una gara di altissimo livello disputata su un percorso di oltre 57 km da ripetere tre volte e mezzo in entrambe le giornate di gara e con tre differenti prove speciali a cui va aggiunto il Super Test del venerdì sera che ha giocato un ruolo fondamentale nel rendere spettacolare ed adrenalinico questo ultimo GP di stagione.

Il percorso di gara ha visto i piloti Metzeler impegnati a destreggiarsi tra un Extreme Test naturale e molto tecnico lungo 1,5 Km e con terreno morbido intervallato da sassi e rocce, seguito da un Enduro Test di media lunghezza altrettanto duro e tecnico caratterizzato da terreno morbido e scivoloso e da numerose radici e pietre. A chiusura in entrambe le giornate di gara i piloti hanno dovuto affrontare l'ultima prova speciale estremamente veloce, un Cross Test della lunghezza di oltre 3 Km all'interno di un grande parato con terreno molto morbido e viscido.

Josep Garcia (Red Bull KTM Factory Racing) ha vinto entrambe le giornate di gara in Germania ma ad alzare il titolo di Campione del Mondo della EnduroGP è stato il pilota italiano Andrea Verona (Gas Gas Factory Racing) che, già Campione del Mondo della E1, ha conquistato il titolo iridato nella giornata di sabato. Nel Day One hanno completato il podio tutto METZELER i due piloti Factory Beta, Brad Freeman e Steve Holcombe. Anche nel Day 2 il podio finale della classe regina, EnduroGP, è formato da tutti piloti METZELER: Josep Garcia, Brad Freeman e il Campione in carica Andrea Verona.

Con il titolo conquistato nel precedente GP, in Ungheria, Andrea Verona (Gas Gas Factory Racing) si è regalato altre due vittorie di giornata nella classe E1. Anche nella classe E1, come nella Enduro GP, il podio in entrambe le giornate di gare è formato da tutti piloti METZELER. Nel Day One e nella giornata di gara seguente Thomas Oldrati (Honda Racing RedMoto World Enduro Team) e il pilota australiano Daniel Milner (Fantic D’Arpa Racing) hanno completato il podio della classe E1.

Nella classe E2 dominio assoluto per Josep Garcia (Red Bull KTM Factory Racing) che ha vinto entrambe le giornate di gara dimostrando tutta la sua superiorità. Ottimo secondo posto per Steve Holcombe (Team Beta Factory Enduro) nel Day One. Podio tutto METZELER nella giornata di gara seguente con Josep Garcia vincitore seguito da Nathan Watson (Honda Racing RedMoto World Enduro Team) e Steve Holcombe (Team Beta Factory Enduro).

Emozioni e grandi battaglie per il titolo finale della classe E3 con due piloti METZELER, lo svedese Mikael Persson (Husqvarna Factory Racing) e il Campione in carica 2021 Brad Freeman (Team Beta Factory Enduro) arrivati a Zschopau con il pilota ufficiale Husqvarna in leggero vantaggio. Nella giornata di sabato il pilota Beta Factory Brad Freeman ha vinto la classe E3 pareggiando così i punti in campionato. Mikael Persson è partito subito forte nella giornata di domenica ma a metà gara Brad Freeman ha registrato dei tempi incredibili utili che gli sono valsi la conquista del titolo iridato della classe E3.

Ottime prestazioni nella classe Junior dei piloti equipaggiati METZELER MCE 6 DAYS EXTREME. Albin Norrbin (Fantic Factory Team E/50 Racin) ha conquistato una vittoria nella classe Junior 2 e un secondo posto nella Junior nella giornata di apertura mentre nel Day 2 ha fatto sua un’altra vittoria di classe nella Junior 2 ed un terzo posto nella Junior. Roni Kytonen (Honda Racing RedMoto World Enduro Team) in Germania è salito sul secondo gradino del podio nella Junior e nella Junior 1 in entrambe le giornate di gara mentre Jed Etchells (Fantic D’Arpa Racing) si è aggiudicato un terzo posto nella Junior 1 nella giornata di sabato.

Harry Edmondson (Fantic JET Racing) è il novo Campione del mondo della classe Youth mentre Kevin Cristino (Fantic Factory Team E/50 Racing), nonostante il doppio successo, si è dovuto accontentare del titolo di vice campione.

METZELER PRESENTA IL NUOVO KAROO 4, IL PNEUMATICO TASSELLATO PER MOTO ADVENTURE E MAXI ENDURO

Il pneumatico KAROO 4 esalta il know-how del brand specialista delle due ruote per offrire un nuovo livello di prestazioni nel segmento maxi enduro. Disponibile a partire da marzo 2022, sostituirà il modello attualmente in gamma KAROO 3.

Milano (Italia), 23 marzo 2022 – Successore del pluripremiato KAROO 3, KAROO 4 rappresenta l’ultima generazione della famiglia di prodotti del brand METZELER: pneumatico tassellato destinato all’equipaggiamento di moto adventure e maxi enduro, è stato sviluppato per un utilizzo on/off.
Il nuovo KAROO 4 calza anche le moderne enduro di grossa e media cilindrata che vengono utilizzate tanto su asfalto quanto in off road, e lavora in totale sintonia con i più avanzati sistemi di sussidio alla guida. KAROO 4 è un prodotto versatile che migliora in modo significativo, rispetto al predecessore KAROO 3, la performance in fuoristrada e la performance stradale su asfalto bagnato, anche a pieno carico.

A chi è destinato KAROO 4

METZELER KAROO 4 è la scelta ideale per:
Possessori di moto adventure: motociclisti che utilizzano la propria moto per viaggi 50% su strada e 50% in fuoristrada, alla ricerca di esperienze senza limiti. Cercano affidabilità e prestazioni in diverse condizioni climatiche, stabilità anche a pieno carico e chilometraggio.
Motociclisti che vogliono mettere alla prova le proprie capacità e quelle della moto, che prediligono in un pneumatico le performance fuoristradistiche.
Possessori di moto scrambler, che richiedono un aggressivo look tassellato senza rinunciare alla performance su strada, con riferimento particolare alla facilità di sterzo e alla performance su bagnato.

I benefici di KAROO 4

I principali benefici di KAROO 4 sono:
Trazione off-road esemplare, grazie al disegno battistrada brevettato.
Ottimo handling su strada anche a pieno carico, grazie al profilo con tecnologia METZELER MRC (multi radius contour) che favorisce precisione di guida nonostante la presenza di tasselli.
Resistenza estrema all’abrasione, al taglio e allo strappo, grazie all’utilizzo di mescole ad alto contenuto di carbon black e all’ottimizzazione dell’area di impronta a terra.
Performance su bagnato di prim’ordine e integrazione con i sistemi di assistenza alla guida. La combinazione delle tecnologie impiegate permette a KAROO 4 di gestire in sicurezza diverse condizioni climatiche e tipi di asfalto, anche in caso di frenate d’emergenza su bagnato.

Il pneumatico nel dettaglio

Il disegno battistrada
KAROO 4 presenta un rivoluzionario disegno battistrada brevettato, che innalza a tutto tondo i livelli prestazionali del pneumatico sia su strada che su diversi tipi di terreni sterrati.
Per quanto riguardo il comparto stradale, gli ingegneri dedicati alle linee del brand METZELER hanno lavorato per migliorare la neutralità di guida e il comportamento su bagnato, sviluppando un schema tassellato che permette di affrontare in totale sicurezza determinati angoli di piega in condizioni di bagnato. In ambito fuoristradistico, KAROO 4 aumenta il livello prestazionale off road specialmente su fondi molto morbidi, tra cui sabbia, fango e argilla.

Il battistrada di KAROO 4 presenta queste principali caratteristiche:
Disegno brevettato DETRATEC™, composto da tasselli centrali a forma di cucchiaio, separati dai tasselli laterali da un incavo longitudinale ondulato. La combinazione di questi tre elementi ha una duplice funzione: in un primo momento intrappola il materiale fra i tasselli per generare spinta laterale, e successivamente lo rilascia per esaltare le proprietà di auto pulizia.
Disegno multipasso. I gruppi di tasselli sono ripetuti con una cadenza irregolare per mitigare l’impatto degli elementi del battistrada con l’asfalto e assicurare un rotolamento omogeneo.
Area d’impronta ottimizzata che include, rispetto a KAROO 3, un maggiore numero di tasselli contemporaneamente in presa per migliorare la maneggevolezza e l’integrazione con i sistemi elettronici di assistenza alla guida.
L’impiego della tecnologia brevettata DYMATEC™, una metodologia di disegno studiata per preservare le geometrie funzionali dei tasselli e la performance del pneumatico nel tempo. Nel dettaglio, la tecnologia prevede diverse angolazioni delle pareti degli incavi a seconda della loro posizione lungo la fascia battistrada.

Le mescole battistrada

Il battistrada del pneumatico anteriore è monomescola. Nelle misure radiali viene impiegata una mescola su base carbon black, diretta evoluzione di quanto impiegato per KAROO 3, con un’estrema resistenza all’abrasione. Per le misure convenzionali gli ingegneri hanno sviluppato una nuova mescola con l’obiettivo di concedere un più ampio spettro di condizioni operative e una maggiore adesione alle superfici.
Diverse misure radiali posteriori sono bimescola:
La mescola della fascia centrale è 100% carbon black con notevoli caratteristiche di resistenza all’abrasione;
La mescola delle sezioni di spalla presenta una formulazione 80% carbon black e 20% silica, per assicurare compattezza della fascia battistrada e stabilità termica.

Il profilo

Il profilo di KAROO 4 adotta la tecnologia METZELER MRC[1] che prevede una curvatura della fascia centrale più ampia rispetto alla zona di spalla. Questa caratteristica aumenta la facilità di sterzo e migliora la trazione e la stabilità, anche a pieno carico. Nelle misure posteriori, grazie a un’area di contatto più corta e allo stesso tempo più larga rispetto al predecessore, il profilo di KAROO 4 contribuisce a ridurre e uniformare l’usura del battistrada per un maggiore chilometraggio.

La struttura

KAROO 4 presenta schemi costruttivi più leggeri rispetto al suo predecessore. In particolare le misure radiali, grazie all’impiego di strutture con cintura d’acciaio zero gradi e tecnologia a tensione variabile INTERACT, garantiscono un feedback di guida graduale e un’elevata sensazione di controllo.

La gamma di KAROO 4

KAROO 4 sarà disponibile nelle seguenti misure a partire da marzo 2022:

Anteriore
19” 100/90-19 TL 57Q M+S
19” 110/80 R 19 TL 59Q M+S
19” 120/70 R 19 TL 60Q M+S
21” 90/90-21 TL 54Q M+S

Posteriore
17” 130/80 R 17 TL 65Q M+S
17” 140/80 R 17 TL 69Q M+S
17” 150/70 R 17 TL 69Q M+S
17” 170/60 R 17 TL 72Q M+S
18” 140/80 - 18 TL 70Q M+S
18” 150/70 R 18 TL 70Q M+S

[1] MRC (Multiple Radius Contour)

Trinacria Motors è il punto di riferimento sia per chi vuole avvicinarsi al mondo delle due ruote che per chi è già un motociclista veterano ed è partner delle più grandi aziende del settore sia a livello italiano che internazionale.

Trinacria Motors

Via Licata 11 92021 Aragona (AG)

quick links

Copyright © 2019. Trinacria Motors Soc. Sport. Dil. a.r.l. all Rights Reserved.

P.IVA 02828000840

social media