razgatlioglu sbk world champion

Il Pirelli Indonesian Round chiude il Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike incoronando Toprak Razgatlioglu Campione del Mondo.

Pirelli si ritiene molto soddisfatta per la performance dei propri pneumatici DIABLO SUPERBIKE e DIABLO RAIN di gamma che hanno affrontato egregiamente il nuovissimo e impegnativo Pertamina Mandalika International Street Circuit in qualsiasi condizione climatica.

L’ultima giornata di gare al Pertamina Mandalika International Street Circuit è stata una delle finali di stagione più belle di sempre e conclude in modo spettacolare la stagione 2021 del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike.

Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) viene decretato il Campione del Mondo WorldSBK 2021, il secondo titolo iridato per la Casa dei Tre Diapason nel Mondiale Superbike, dopo quello conquistato dal pilota Ben Spies nel 2009.

La casa di pneumatici italiana si ritiene estremamente soddisfatta delle ottime performance e della versatilità dei propri pneumatici di gamma DIABLO SUPERBIKE e DIABLO RAIN su questo nuovissimo circuito rivelatosi particolarmente impegnativo, sia per l’abrasività del nuovo asfalto, sia per le alte temperature riscontrate.

Nella classe WorldSBK sono state utilizzate con successo entrambe le soluzioni di gamma SC1 e SC2 all’anteriore, e le soluzioni di gamma SCX e SC0 al posteriore, permettendo gare combattute ed emozionanti dal primo all’ultimo giro. In Gara 2 della classe WorldSBK, corsa sotto una pioggia incessante, le DIABLO RAIN di gamma in mescola SCR1 si sono comportate egregiamente ed hanno permesso ai piloti di disputarsi l’ultima vittoria stagionale in una delle battaglie finali più belle ed emozionanti di sempre.

Pirelli termina la sua diciottesima stagione in qualità di Fornitore Unico di Pneumatici per tutte le classi del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike con grande soddisfazione per il lavoro svolto durante un anno che ha visto una delle stagioni Superbike più avvincenti ed emozionanti di sempre. Il costruttore di pneumatici italiano ha lavorato come ogni anno per migliorare i propri prodotti sia a vantaggio dei piloti che corrono nel Campionato per derivate dalla serie sia a favore di tutti i motociclisti che questi prodotti possono acquistarli regolarmente sul mercato.

Inoltre, per Pirelli è particolarmente significativo essere presente e chiudere il Campionato WorldSBK in Indonesia, paese ospitante di uno degli stabilimenti industriali del gruppo dedicato alla produzione di pneumatici per motocicli, un sito produttivo strategico per la crescita di Pirelli nel territorio e nell’intera regione del sud est asiatico.


WorldSBK Gara 1:
Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) ha la migliore partenza fra tutti e prende il comando del gruppo seguito da Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) che non perde tempo a cercare il sorpasso e l’ottiene nel corso del secondo giro. Alle loro spalle la Ducati di Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) e la BMW di Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR). Nella prima parte di gara Axel Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R) mostra un ottimo passo e dalla settima casella in griglia raggiunge le posizioni da podio, fino ad insidiarsi tra Razgatlioglu e Rea, per rimescolare tutte le carte in gioco. I fan assistono ad un continuo cambio di leadership tra i tre piloti. A metà distanza di gara i due contendenti al titolo iridato allungano sugli altri e Rea mantiene il comando per diversi giri, fino a quando un’altra Ducati, quella di Redding, li raggiunge e lotta con entrambi per arrivare al comando di gara. Razgatlioglu va largo e retrocede in terza posizione, Rea invece è il più veloce di tutti e lotta con Redding per la vittoria. Anche gli ultimi giri non peccano di spettacolo e sono un susseguirsi di colpi di scena: Rea taglia il traguardo per primo e conquista la vittoria di Gara 1, ma è Razgatlioglu con la sua seconda posizione ad assicurarsi il titolo di Campione del Mondo WorldSBK 2021, completa il podio Scott Redding.

Classifica WorldSBK Gara 1:
J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
T. Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
A. Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
A. Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
M. van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
C. Davies (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
L. Mercado (MIE Racing HONDA Team / Honda CBR1000 RR-R)
T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
M. Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
I. Viñales (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
S. Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
K. Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
Rt. T. Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
Rt. O. Konig (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
Rt. C. Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha / Yamaha YZF R1)

WorldSSP Gara 2:
Parte benissimo il pilota turco Can Oncu (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R) che dall’ottava casella in griglia raggiunge le posizioni da podio e prende il comando di gara. Lo segue Federico Caricasulo (VFT Racing / Yamaha YZF R6) a mezzo secondo di distanza, mentre alle sue spalle Raffaele De Rosa (Orelac Racing VerdNatura / Kawasaki ZX-6R) e Niki Tuuli (MV Agusta Corse Clienti / MV Agusta F3 675) si contendono il terzo posto. Oncu riesce a difendersi molto bene, ma a metà gara l’italiano su Yamaha effettua il sorpasso e prende la leadership di gara. Il quintetto di testa, chiuso da Dominique Aegerter (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6) è molto compatto e vede frequenti cambi di posizione. Al nono giro, il portacolori MV Agusta sorprende tutti con una brillante mossa guadagna due posizioni posizionandosi in testa alla gara per diversi giri, ma è Jules Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6) che nell’ultima parte di gara attacca per il gradino alto del podio. Un’ultimo giro al cardiopalma vede continui sorpassi e cambi di posizione: sarà il francese Cluzel ad aggiudicarsi la vittoria, secondo il finlandese Tuuli su MV Agusta e terzo Dominique Aegerter.

Classifica WorldSSP Gara 2:
J. Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
N. Tuuli (MV Agusta Corse Clienti / MV Agusta F3 675)
D. Aegerter (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6)
F. Caricasulo (VFT Racing / Yamaha YZF R6)
R. De Rosa (Orelac Racing VerdNatura / Kawasaki ZX-6R)
C. Oncu (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
H. Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
R. Krummenacher (CM Racing / Yamaha YZF R6)
P. Oettl (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
P. Sebestyen (Evan Bros. WorldSSP Yamaha Team / Yamaha YZF R6)
V. Takala (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
U. Orradre (Yamaha MS Racing / Yamaha YZF R6)
H. Pratama (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6)
A. Gonzalez (VFT Racing / Yamaha YZF R6)
J. Buis (G.A.P. MOTOZOO Racing by Puccetti / Kawasaki ZX-6R)
Rt. S. Odendaal (Evan Bros. WorldSSP Yamaha Team / Yamaha YZF R6)
Rt. M. Gonzalez (Yamaha ParkinGo Team / Yamaha YZF R6)
Rt. D. Valle (Yamaha MS Racing / Yamaha YZF R6)
Rt. G. van Straalen (EAB Racing Team / Yamaha YZF R6)
Rt. C. Bergman (Wójcik Racing Team / Yamaha YZF R6)

jules cluzel campione del mondo W

WorldSBK Gara 2:
Parte sotto la pioggia Gara 2 del WorldSBK, l’ultimo appuntamento della stagione 2021, che sarà costituito da solo 12 giri a causa dei ritardi causati dal maltempo. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) parte benissimo e si posiziona in testa al gruppo, ma è una lotta compattissima tra il neo campione del mondo, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) e Axel Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R) che a suon di colpi e sorpassi sul circuito bagnato regalano ai fan una finale da non dimenticare. Rea e Redding sono in lotta per la vittoria mentre a distanza di circa quattro secondi Razgatlioglu e Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR) si battagliano per il terzo posto. Redding e Rea continuano a battagliarsi sino alle ultime curve, ma sarà il sei volte Campione del Mondo Rea ad avere la meglio ed ottenere la vittoria di questa emozionante ultima gara, secondo Scott Redding e terzo Michael van der Mark.

Classifica WorldSBK Gara 2:
J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
M. van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
T. Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
K. Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
A. Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
I. Viñales (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
C. Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha / Yamaha YZF R1)
C. Davies (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
T. Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
S. Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
Rt. A. Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
Rt. L. Mercado (MIE Racing HONDA Team / Honda CBR1000 RR-R)
Rt. M. Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
Rt. O. Konig (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)

arrivo wsbk gara 2 jonathan rea e scott redding

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per WorldSBK Gara 1, WorldSBK Gara 2 e WorldSSP Gara 2:
Nella Gara 1 del WorldSBK la maggior parte della griglia ha preferito gareggiare su soluzioni medie all’anteriore e morbide al posteriore. Quindici i piloti che hanno scelto la soluzione media di gamma SC2 (opzione B) sull’anteriore, fatta eccezione di Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R), Michael Ruben Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) e Samuele Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R) sulla morbida SC1 di gamma. Per il posteriore la preferenza della maggior parte della griglia è ricaduta sulla soluzione morbida di gamma SC0 (opzione B). Quattro i piloti controcorrente che hanno preferito utilizzare la super morbida di gamma SCX (opzione A): Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR), Álvaro Bautista, Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR) e Tito Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR).
Nella gara 2 del WorldSSP la scelta dei piloti è stata unanime. Al posteriore tutti i piloti hanno optato per la SC0 di gamma (opzione A), mentre all’anteriore la scelta è ricaduta sulla soluzione morbida SC1 di gamma (opzione A).
WorldSBK Gara 2 è stata dichiarata Wet Race, conseguentemente tutti i piloti in griglia hanno gareggiato su pneumatici DIABLO Rain di gamma in mescola SCR1 (opzione R).


Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 1:
Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1), in 1'34.288 al 19° giro
Soluzione anteriore più utilizzata: SC2 di gamma (15 su 18 piloti)
Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (14 su 18 piloti)
Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 289,5 km/h, realizzata da Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) al 11° giro
Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Supersport: 4 anteriori e 6 posteriori
Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 56, 25 anteriori e 31 posteriori
Temperatura aria: 30° C
Temperatura asfalto: 36° C

Le statistiche Pirelli per WorldSSP Gara 2:
Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jules Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6), in 1'36.820 al 12° giro
Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (20 su 20 piloti)
Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (20 su 20 piloti)
Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 253,5 km/h, realizzata da Jules Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6) al 17° giro
Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Supersport: 4 anteriori e 4 posteriori
Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 41, 20 anteriori e 21 posteriori
Temperatura aria: 30° C
Temperatura asfalto: 39° C

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 2:
Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R), in 1'42.390 al 11° giro
Soluzione anteriore più utilizzata: SCR1 di gamma (17 su 17 piloti)
Soluzione posteriore più utilizzata: SCR1 di gamma (17 su 17 piloti)
Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 279,8 km/h, realizzata Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) al 9° giro
Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Supersport: 4 anteriori e 6 posteriori
Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 56, 25 anteriori e 31 posteriori
Temperatura aria: 25° C
Temperatura asfalto: 29° C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trinacria Motors è il punto di riferimento sia per chi vuole avvicinarsi al mondo delle due ruote che per chi è già un motociclista veterano ed è partner delle più grandi aziende del settore sia a livello italiano che internazionale.

Trinacria Motors

Via Licata 11 92021 Aragona (AG)

Copyright © 2019. Trinacria Motors Soc. Sport. Dil. a.r.l. all Rights Reserved.

P.IVA 02828000840

social media